Hidden Leaders è una delle ultime fatiche di Little Rocket Games, casa editrice italiana grazie alla quale potremo gustare questo gioco in scatola sulle nostre tavole. Visto al Play Modena ma impossibilitati a provarlo, ce ne siamo comunque procurati una copia, e oggi siamo qua per darvi la nostra opinione su questo gioco da tavolo.
Condividi su Facebook!
Condividi su Twitter!
Condividi su Linkedin!
Invia su Whatsapp!

Nel mezzo della confusione e del caldo torrido, il Venerdi del Play Modena, sono passato più volte davanti lo stand della Little Rocket Games, e completamente ignaro della questione prenotazioni, il momento in cui ho visto il tavolo dedicato a Hidden Leaders libero, mi ci sono precipitato sgomitando in mezzo alla ressa, per poi scoprire che non mi sarei potuto sedere a provare il gioco.

Molto deluso sono tornato a casa dalla giornata di fiera con il broncio come un bimbo di 4 anni perché i genitori non gli hanno comprato il giochino visto al supermercato (la sensazione è stata chiaramente quella).

Tuttavia, non ci siamo arresi! E dopo aver guardato qualche video in lingua straniera abbiamo deciso di prendere una copia.

Hidden Leaders, ultimo arrivo da Little Rocket Games ci avrà convinto o meno? Vediamo assieme in questa nuova recensione.

Cosa troviamo nella scatola di Hidden Leaders

Partiamo come sempre dalle basi. La scatola di Hidden Leaders è piccola e leggera. In effetti dentro non c’è molto e i materiali sono davvero pochi, ma comunque ben fatti.

Ci troviamo di fronte a un buon numero di carte (80+), ben illustrate e belle da vedere. Poco testo su di esse e quel poco che c’è è reso chiaro anche grazie all’iconografia studiata per il gioco stesso.

Una piccola plancia rettangolare da usare come tracciato per spostare avanti e indietro durante tutta la partita i 2 segnalini colorati in legno della Tribù delle colline e dell’Esercito Imperiale.

Il piccolo regolamento quadrato, molto sottile come pagine ma chiaro e preciso, chiude la componentistica che troverete dentro la scatola di Hidden Leaders.

Per giocare non serve altro, quindi possiamo dire che va bene cosi.

Come si gioca a Hidden Leaders?

Hidden Leaders è un gioco di carte competitivo, dalle meccaniche semplici e veloci.

Il vostro scopo sarà quello di arrivare al termine della partita facendo si che i 2 segnalini presenti sulla plancia, rispettino la posizione relativa alle condizioni di vittoria della fazione da voi in posseso.

In Hidden Leaders troviamo 4 fazioni: le Tribù delle Colline, l’Esercito Imperiale, il Popolo dell’Acqua e i Non Morti.

A inizio partita vi verrà assegnata una carta leader, la quale apparterrà sempre a 2 delle 4 fazioni.

Ogni fazione ha un modo diverso in cui i 2 segnalini sulla mappa devono essere posizionati per poter vincere (il rosso più avanti di 2, il verde più avanti di 2, entrambi vicini, ecc…), ciò significa che durante la partita avrete due modi per vincere (uno per ogni fazione di appartenenza del vostro leader).

Giocando le carte dovrete riuscire a muovere i 2 segnalini in base alle vostre esigenze per ottenere la vittoria e allo stesso tempo mettere i bastoni tra le ruote agli altri giocatori.

Le meccaniche sono molto semplici. 

Durante il vostro turno avrete una serie di passi da compiere estremamente facili:

  • giocare una carta delle 3 in vostro possesso, o scartarle tutte;
  • pescare fino ad avere 4 carte dal mazzo e/o dalla taverna (la zona comune);
  • scartare fino a tornare a 3 carte.

Con questo le regole sono finite. Scherzi a parte (ma nemmeno tanto), non c’è molto altro da dire.

Le carte eroe, ovvero il mazzo intero di carte che potete giocare, possiede delle abilità, ma nemmeno tanto variegate. Il 99% delle carte vi permette, come vedete dalle foto, di spostare avanti e indietro i 2 segnalini rosso e verde in varie combinazioni.

Ogni tanto capita una carta che possiede anche una seconda abilità scritta tipica dei giochi di carte (far scartare, rimuovere eroi già piazzati, girare carta a faccia in giù ecc…), decisamente semplice da capire.

Andrete avanti con questo botta e risposta fino a quando un giocatore non avrà messo in campo il numero di eroi richiesto a seconda del numero di giocatori, mettendo cosi termine immediato alla partita.

Il giocatore, o i giocatori che avranno soddisfatto i requisiti richiesti dalla propria carta leader a seconda della posizione dei segnalini sulla mappa, sarà o saranno decretati i vincitori.

Ci troviamo di fronte a una versione semplificata dei giochi da tavolo gestiti puramente dalle carte, con poche abilità a disposizione e una corsa sfrenata al muovere i due segnalini di legno, cercando di mantenerne la posizione desiderata fino al termine della partita.

E’ molto carina la questione che più giocatori possono vincere. Durante la partita, nessuno conosce i requisiti di vittoria degli altri, ma si potrà intuirne l’obiettivo guardando i movimenti maggiormente usati.

Peccato per i leader che alla fine, oltre a indicare le condizioni di vittoria, non servono ad altro. Qualche abilità unica come i leader di Here to Slay sarebbe stata un’aggiunta carina secondo me.

Hidden Leaders è un gioco di carte che gira sicuramente meglio con un numero elevato di giocatori, almeno 4. In due risulta essere un po monotono in quanto soffre dell’effetto “botta risposta”, togliendo quella parte di “sorpresa” data dalle mosse, a volte impreviste di altri 2 giocatori in aggiunta al semplice avversario.

Nonostante questo ha dalla sua un enorme vantaggio rispetto a tanti altri giochi da tavolo: un tempo di attesa tra un turno e l’altro quasi inesistente. Hidden Leaders, è veloce, tanto veloce. Annoiarsi a causa dei tempi d’attesa è quasi impossibile, inoltre l’apprendimento del gioco è davvero istantaneo. Le regole sono quasi superflue. Leggendo la carta riassuntiva che viene data ad ogni giocatore, si viene a conoscenza di tutto quello che serve sapere, il che è un po strano dato che di solito ci sono molte eccezioni sparse per il resto del regolamento.

Nella sua semplicità però, Hidden Leaders permette anche di “attivare” una versione avanzata del gioco, inserendo all’interno del mazzo le carte con il simbolo +, ovvero carte dalle abilità leggermente più complesse, capaci di dare un po di variabilità in più al gioco. Ovviamente il regolamento consiglia di inserirle solo dopo aver fatto qualche partita, nulla vi vieta tuttavia di iniziare subito con il mazzo completo, specialmente se siete giocatori abituali e ormai pratici di un po tutte le tipologie di meccaniche dei giochi da tavolo.

Opinione Finale di Hidden Leaders

Hidden Leaders è un gioco rapido e veloce. Viene spiegato in pochi minuti e pochi altri si completa una partita. Le sue condizioni di vittoria particolari lo rendono abbastanza unico e il fatto che più giocatori possano vincere, grazie alle moltiplici situazioni che si possono realizzare, lo rende un gioco fuori dal coro.

Le illustrazioni sono molto belle e grazie al lavoro iconografico svolto dagli sviluppatori, Hidden Leaders può essere affrontato tranquillamente anche da un pubblico molto giovane. Il testo sulle carte è davvero conciso, molte volte inesistente, facilitando il compito a tutti.

Sicuramente il modo migliore per apprezzare Hidden Leaders sono le partite con almeno 4 giocatori. Dal punto di vista della scalabilità infatti, lascia un po a desiderare quando si è in solo 2 giocatori, rendendo la partita abbastanza noiosa e ripetitiva. Ma se il vostro gruppo è sufficientemente numeroso, Hidden Leaders garantirà svariate ore di divertimento a un prezzo decisamente contenuto!

Condividi su Facebook!
Condividi su Twitter!
Condividi su Linkedin!
Invia su Whatsapp!

Scheda Tecnica

Contenuto della confezione

Altri giochi in scatola

Dog Park

DOG PARK: un gioco da tavolo dove portare a spasso i vostri amici a 4 zampe!

Avreste mai pensato che si potesse creare un gioco da tavolo la cui tematica è portare in passeggiate i vostri cani? A quanto pare non si fanno di questi problemi i ragazzi di Birdwood Games! Distribuito in Italia grazie alla famosa casa editrice Little Rocket Games, Dog Park è un gioco da tavolo competitivo per 1-4 giocatori nel quale prenderete le parti di un dog walker intento a portare in passeggiata nel parco tantissime razze di cane! Vediamo come funziona in questa nostra nuova recensione.

Dice Forge

Dice Forge: quando i dadi diventano l’elemento fondamentale del gioco!

I dadi, uno degli elementi principali di molti giochi in scatola, amati e odiati dai giocatori, chi non può vederli a causa del fattore fortuna che mettono in campo e chi li ama, e vorrebbe tirarne tonnellate ad ogni turno. Dice Forge trasforma l’elemento del dado nel protagonista principale grazie ai suoi dadi enormi e costruibili! Vediamo come funziona!

Ice Team

ICE TEAM: quale squadra di ORSI vincerà questa corsa sfrenata?

Restiamo in casa Playagame Edizioni per parlare di Ice Team, un altro gioco da tavolo per 2 giocatori, perfetto da fare con i propri bambini! Il tutto contenuto in una piccola scatola, dove il divertimento è inversamente proporzionale alle dimensioni della scatola! Fantastico!
Ma vediamo assieme come funziona.

Rising Sun

RISING SUN: è ora di conquistare il Giappone feudale!

Ambientato in una versione divina del Giappone feudale, in Rising Sun i giocatori prenderanno il comando di uno dei sei diversi clan in lotta per il controllo delle isole. Ma la classica mappa e gli eserciti di miniature tipiche dei giochi Cool Mini Or Not sono leggermente fuorvianti: il Sol Levante non è quello che sembra essere.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *