Small World è un gioco da tavolo di controllo territori abbastanza datato. Si parla del lontano 2009 quando uscì la prima versione, che vide come spesso capita molti spin-off ed espansioni. Ma nel 2020, la rivisitazione del gioco si sposta in un’ambientazione davvero potente e conosciuta da tutti nel mondo dei videogiochi: World of Warcraft! Vediamo assieme in questa nuova recensione cosa ne è uscito.
Condividi su Facebook!
Condividi su Twitter!
Condividi su Linkedin!
Invia su Whatsapp!

E’ un nuovo giorno su Azeroth. Un giorno uguale a tutti gli altri prima di questo e a tutti quelli che verranno. Un giorno di impietosi sforzi per dominare un mondo forgiato dalla guerra… il mondo di World of Warcraft. Queste lande non sono solo troppo strette per tutti, ma ospitano anche l’eterno conflitto tra le fazioni dell’Alleanza e dell’Orda. Il sole è ormai sorto ed è arrivato il momento di prendere il vostro posto in prima linea. 

Tanti segnalini, tante abilità e razze, tantissimo cartoncino in questo Small World, ma anche tanto ma tanto World of Warcraft! Per tutti gli appassionati di entrambi questi fronti, troverete in questo gioco in scatola la fusione dei 2, e vi possiamo dire già fin da ora, che funziona davvero bene!

Ne approfittiamo per ringraziare Leonardo e tutto lo staff di AZ CARD TRADING per averci fornito una copia del gioco per la nostra recensione, e vi ricordiamo di visitare il loro shop online sfruttando il nostro codice sconto THEFORGE10.

Cosa troviamo nella scatola di Small World of Warcraft?

Il materiale presente nella scatola di Small World of Warcraft potrebbe spiazzare alla prima apertura. Penso di aver visto poche volte un gioco da tavolo con al suo interno cosi tanti segnalini e token di cartone. Il primo impatto è devastante. Spenderete una mezz’ora buona a defustellare, raggruppare e cercare di mettere via tutto nel modo più ordinato possibile.

Fortunatamente gli sviluppatori del gioco ci sono venuti incontro, proponendo una serie di inserti in plastica perfetti per poter riporre il tutto e allo stesso tempo estrarli, in modo da posizionarli in ordine sul tavolo durante la sessione di gioco.

Le illustrazioni e la grafiche sono davvero belle, sia i disegni delle grosse plance che rappresentano le isole, ovvero la mappa di gioco, ma anche tutti i disegni relativi alle varie razze, le quali ovviamente riprendono in tutto e per tutto lo stile utilizzato in World of Warcraft.

Gli elementi sono molti e tutti diversi tra loro, ma il foglio riassuntivo presente dentro la scatola sarà il vostro miglior amico durante le prime partite o ogni volta che avrete un dubbio riguardo determinate abilità o passaggi del gioco.

Sei interessato a Small World of Warcraft?

Acquista Small World of Warcraft online direttamente da AZ Card Trading! Oltre a trovare un ottimo prezzo, potrai risparmiare ulteriormente usando il nostro codice sconto del 10% THEFORGE10. Applicalo in fase di checkout per ottenere lo sconto totale su tutto il tuo carrello!

Come si gioca a Small World of Warcraft?

Non so se si tratti di una sensazione comune, oppure il mio caso è stato isolato, tuttavia mi sono sentito un po’ spaesato la prima volta che ho affrontato il regolamento di Small World of Warcraft. In realtà la meccanica è molto semplice e se vogliamo dire a tratti anche ripetitiva, senza risultare però noiosa.

Small World of Warcraft potrebbe essere paragonato a un Risiko velocizzato, con la differenza che qua non avete un determinato numero di territori o un’intera regione da conquistare entro fine partita, ma guadagnerete monete (ovvero i punti vittoria) al termine di ogni round sulla base delle vostre nuove conquiste e di quelle passate (se ancora presenti).

Ma andiamo con ordine.

Il tabellone di gioco, se cosi vogliamo definirlo, è formato da una serie di isole (le plance in cartone più grandi della scatola) a seconda del numero di giocatori presenti al tavolo. Queste isole sono divise in diverse tipologie di territorio come laghi, pianure, montagne ecc.., e su alcuni di essi potrebbe essere necessario disporre un certo tipo di segnalino a indicare la presenza di un oggetto magico piuttosto che una grotta).

A fianco delle isole, oltre ai vari inserti in plastica di cui abbiamo parlato, andranno disposte le 5 razze iniziali e casuali disponibili tra cui i giocatori potranno scegliere. Ad ogni razza viene affiancata un’abilità speciale, sempre casuale. Tenete presente che quest’abilità è diversa da quella della razza stessa. Su entrambi questi token è presente un numero. La somma dei 2 numeri identifica il totale dei segnalini unità (le vostre armate) da prendere della razza corrispondente, da usare per invadere e conquistare i territori delle isole.

In Small World of Warcraft nel proprio turno il giocatore attivo non ha molte possibilità di manovra. Può scegliere tra 2 possibili azioni:

  • Espandere la conquista dei territori con la propria razza o con una razza nuova;
  • Mandare in declino la propria razza, facendola in pratica morire, nel caso in cui le sue possibilità di espansione siano ormai troppo basse.

La scelta della razza è possibile tramite la colonna con le razze e rispettive abilità disponibili precedentemente citata. Partendo dall’alto, sarà possibile scegliere una qualsiasi delle razze disponibili, con l’unica differenza che a mano a mano che la scelta si sposta verso una di quelle in basso, aumenta anche il suo costo in monete.

Qualsiasi sia la scelta fatta, il giocatore potrà far entrare le proprie unità sull’isola solo tramite i territori che presentano l’icona dell’ancora, ovvero il porto di sbarco per le unità. Inoltre ogni territorio per essere conquistato necessita della presenza di 2 segnalini unità più un segnalino aggiuntivo per ogni altro token all’interno del token (segnalini unità degli altri giocatori, montagne ecc…).

Questa fase di conquista in Small World of Warcraft è molto importante in quanto a fine round il giocatore viene ricompensato con una moneta per ogni territorio conquistato, eventuali aggiunte date dalle abilità speciali di razza e associate e altre situazioni atte ad aumentare il guadagno di monete a fine round.

Durante il corso della partita la propria razza, ma anche quelle avversarie subiranno delle perdite a causa delle invasioni dei propri territori da parte dei giocatori avversari. Ecco che quindi un giocatore dopo alcuni turni si troverà a corto di segnalini unità, e una conseguente maggiore difficoltà nel conquistare territori.

Viene dunque in nostro aiuto la seconda azione possibile durante il proprio turno, ovvero il mandare in declino una razza. I territori con al loro interno i segnalini della razza che si sta per mandare in declino resteranno sotto il vostro controllo, rimuovendo però tutti i segnalini unità tranne uno per territorio e girandolo dal lato opposto. Fino a che non saranno conquistati, vi garantiranno ancora un punto a fine round. Tuttavia le abilità speciali verranno sospese, cosi come le possibilità di movimento. Una morte lenta senza possibilità di movimento, un vero e proprio declino.

Questo meccanismo prosegue fino al termine dei round stabiliti, con il successivo conteggio dei punti vittoria ottenuti per dichiarare il vincitore di Small World of Warcraft.

Opinione Finale di Small World of Warcraft

Small Word of Warcraft parte forte grazie al motore classico di Small World, le meccaniche infatti sono praticamente quelle, eccezione fatta per qualche novità ben integrata nel gioco, capace di dare maggior variabilità alla partita.

La longevità è buona, specialmente grazie al fatto delle moltissime combinazioni razza-abilità che si possono andare a creare grazie all’assortimento casuale. 

Il gioco a squadre, vera novità di Small Word of Warcraft è la parte più interessante, resa perfetta grazie alla fedele trasposizione dell’Alleanza e dell’Orda, famose fazioni care a tutti i giocatori di WoW.

Come sempre non siamo di fronte a un gioco perfetto. I componenti sono principalmente di cartone, anzi, solo cartone, e il costo di Small Word of Warcraft non è indifferente. Qualcuno potrebbe un po storcere la bocca, ma vi assicuriamo però che il gioco merita e sa divertire.

E’ assai probabile che si verifichino le classiche situazioni in cui i giocatori al tavolo si accaniscano con chi è in testa. Abbastanza normale per giochi di questo tipo, e penso non ci sia nemmeno una vera e propria soluzione. Si tratta semplicemente del normale corso degli eventi che prevede il normale martellamento al leader del momento.

Nulla di grave o che comunque vada a intaccare negativamente il gioco. Small Word of Warcraft è un titolo divertente e molto strategico che consigliamo a tutti gli amanti del genere German e controllo territori.

Condividi su Facebook!
Condividi su Twitter!
Condividi su Linkedin!
Invia su Whatsapp!

Acquista su azcardtrading.it

Acquista Online direttamente da AZ Card Trading!

Oltre a trovare un ottimo prezzo, potrai risparmiare ulteriormente usando il nostro codice sconto del 10% THEFORGE10.

Scheda Tecnica

Download

Contenuto della confezione

Altri giochi in scatola

Blood Rage

Blood Rage: vichinghi, saccheggi e l’incombenza del Ragnarok!

Il Ragnarok è arrivato e con lui la fine del mondo! È l’ultima possibilità per i Vichinghi di cadere in un tripudio di gloria e assicurarsi il proprio posto nel Valhalla al fianco di Odino! Blood Rage è un gioco da tavolo ad ambientazione nordica creato dall’acclamato designer di giochi Eric M. Lang. In questo gioco frenetico ma altamente strategico, i giocatori prendono il controllo dei clan vichinghi, con i propri guerrieri, leader e navi in una disperata corsa verso la vittoria.

Rising Sun

RISING SUN: è ora di conquistare il Giappone feudale!

Ambientato in una versione divina del Giappone feudale, in Rising Sun i giocatori prenderanno il comando di uno dei sei diversi clan in lotta per il controllo delle isole. Ma la classica mappa e gli eserciti di miniature tipiche dei giochi Cool Mini Or Not sono leggermente fuorvianti: il Sol Levante non è quello che sembra essere.

The Witcher: Il Vecchio Mondo

The Witcher: Il Vecchio Mondo, una piccola analisi dopo aver giocato ulteriori partite!

La mia passione per la saga dello Strigo in ogni sua forma, mi porta ad essere di parte, e attratto verso qualsiasi cosa indossi il marchio del Lupo Bianco o ne narri le gesta. Non potevo ovviamente mancare di una copia di The Witcher: Il Vecchio Mondo, il nuovo gioco da tavolo a tema, e nonostante ci sia già un articolo presente in questo blog, ho voluto dedicare ulteriore spazio a questo gioco in scatola, per aggiungere qualche dettaglio al nostro precedente articolo!

Blood Rage - Dei di Asgard

Blood Rage: dei di Asgard, l’espansione!

Questa espansione introduce il potere degli dei asgardiani: Odino l’onnipotente, Thor il vittorioso, Tyr il signore della battaglia, Frigga il protettore della Madre, Loki il dio dell’inganno e Heimdall il guardiano. Ognuno degli dei influenza la provincia che occupa in modo unico, cambiando le regole di base del gioco.

Keep The Heroes Out

Keep The Heroes Out: il nostro primo Kickstarter è stato un successo!

Keep The Heroes Out è stato il nostro primo Kickstarter in assoluto! Arrivato recentemente sul nostro tavolo, abbiamo già giocato i primi 4 scenari (alcuni ripetuti a causa delle sconfitte subite) e abbiamo scoperto per caso un gioco davvero bello e ben fatto, nel quale finalmente non siamo eroi, ma i i mostri che dovranno tenere fuori dal dungeon gli eroi, proteggendo i tesori per i quali ne sono venuti in cerca! Riuscirete a resiste alle continue orde di eroi?
Vediamo assieme in questo nuovo articolo come funziona e perché Keep The Heroes Out è cosi bello!

Acquista su azcardtrading.it

Acquista Online direttamente da AZ Card Trading!

Oltre a trovare un ottimo prezzo, potrai risparmiare ulteriormente usando il nostro codice sconto del 10% THEFORGE10.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *