SOSTIENI THE-FORGE!
Il lavoro che portiamo avanti giorno per giorno è frutto di moltissime ore di impegno e passione per le quali non percepiamo alcun tipo di compenso. Se vuoi contribuire all’espansione e miglioramento di tutto ciò che offriamo tramite il nostro portale, un piccolo aiuto può essere per noi un grande sostegno!

Disney Lorcana non è una novità, tantomeno si tratta di un gioco da tavolo per il quale siete abituati a trovare una sorta di recensione qui sul nostro blog. Disney Lorcana è un gioco di carte collezionabili in stile Magic o Pokemon il quale ha attirato la nostra attenzione molto tempo fa, e che ora, finalmente è disponibile nei negozi in lingua italiana. Vediamo quindi di cosa si tratta e come funziona!
Condividi su Facebook!
Condividi su Twitter!
Condividi su Linkedin!
Invia su Whatsapp!

Disney Lorcana è un gioco di carte collezionabili di deck construction distribuito da Ravensburger, con forti richiami a Magic e ai tipici giochi di questa categoria. Uscito nel mondo ad Agosto 2023, purtroppo i primi 2 set non hanno visto la distribuzione in lingua italiana, ma da oggi, grazie al terzo set (o espansione) di carte, chiamato Nelle Terre d’Inchiostro, potrete trovare Disney Lorcana nei negozi nella nostra lingua.

Prima di vedere come funziona, penso sia doverosa una piccola introduzione. Questo articolo è rivolto a tutti coloro che, come noi, NON giocano ai TCG (trading card game) ma sono rimasti interessati da questo prodotto, senza mai però volerlo provare, fermati a causa della non localizzazione nella nostra lingua.

Inoltre noi NON siamo giocatori esperti di questa categoria di giochi, non partecipiamo a tornei e non ne abbiamo alcun interesse, quindi daremo quello che è un semplice parere su di un gioco visto con gli occhi di una famiglia di giocatori occasionali, sperando di poter dare uno spunto differente rispetto a quello degli hardcore gamer e collezionisti.

Entriamo di fatto nel mondo Disney!

Disney Lorcana è un gioco di carte competitivo principalmente per 2 giocatori, ma che può essere giocato anche in di più, restando comunque tutti contro tutti.

Tutto quello che vi serve è un mazzo di 60 carte che potrete comodamente procurarvi grazie ai 2 starter set di questa terza espansione Nelle Terre d’Inchiostro, uno identificato dai personaggi principali di Peter Pan e Pongo, l’altro da Zio Paperone e Vaiana.

All’interno di ogni Starter Set troverete il relativo mazzo pre composto, un playmat (che ha davvero poco da spartire con il termine playmat) di carta leggera per aiutarvi nella corretta disposizione delle carte sul tavolo, una bustina con dentro 12 carte e quelli che sono i token necessari a giocare, ovvero i danni e il segnalino per tenere traccia del punteggio sul playmat.

Consiglio spassionato: sostituite subito i token con qualcosa da altri giochi. Sono la cosa più brutta che abbia mai visto, sia dal punto di vista estetico che del materiale. Sono stampati su una carta che non è nemmeno 300 g. Inguardabili.

Ma vediamo un attimo il cuore del gioco, ovvero le carte. L’aspetto visivo è stupendo, c’è poco da dire. Se siete amanti del mondo Disney, troverete tutti i personaggi, i luoghi, gli oggetti e tantissimi riferimenti a quello che per decenni ad oggi è un mondo in continua espansione, seguito e amato da milioni di persone.

Le illustrazioni sono bellissime, sia quelle classiche ma anche le versioni inedite, realizzate apposta per Disney Lorcana. Il design inoltre della carta stesso è davvero ben fatto e intuitivo.

In ogni carta troverete il nome, l’illustrazione, il suo costo, valori di attacco e di vita (nel caso in cui si tratti di un personaggio), abilità ed effetti, una breve didascalia rappresentativa, codice della carta e rarità.

Ma perché rarità? Beh, Disney Lorcana è un gioco di carte collezionabili. Ciò significa che i due mazzi presenti negli starter set sono si pronti al gioco, ma questo non significa che non possano essere modificati aggiungendo e togliendo carte per renderli più competitivi. Le carte hanno un livello di rarità che va dalle comuni, ovvero quelle carte che troverete in quantità industriali dentro le bustine, fino a quelle rarissime, estremamente difficili da trovare, più forti in termini di gioco, e con un valore economico nel caso di vendita della singola carta molto ma molto alto.

Se doveste quindi prendere la via del collezionismo, o comunque della ricerca di carte rare, state pronti a sborsare fior di quattrini. Uno dei difetti più grandi dei TCG in generale è infatti la spesa da sostenere per creare il proprio mazzo. O andate di bustine a 6€ alla volta (sperando di trovare nel minor tempo possibile ciò che vi serve), oppure potreste decidere di comprare direttamente le carte di vostro interesse nei vari mercatini e siti specializzati.

Una cosa è certa: la spesa non si fermerà di certo a quella dei 19€ per lo starter set.

Ogni mazzo ha però dei limiti: non possono essere inserite più di 4 copie della stessa carta e inoltre non possono esserci carte appartenenti a più di 2 colori. In Disney Lorcana troviamo infatti 6 colori rappresentati dai minerali (Zaffiro, rubino, smeraldo ecc…) i quali hanno caratteristiche diverse. Ci sono colori più orientati all’uso dei personaggi, altri al controllo dell’avversario e così via. Se siete un po’ pratici diciamo che il meccanismo è simile ai colori di Magic o le casate di Keyforge.

Inoltre devono essere composti da almeno 60 carte. Anche di più se volete, ma non di meno.

Ma passiamo al gameplay e vediamo come funziona.

Accumulate punti per sconfiggere gli avversari.

Una partita a Disney Lorcana termina nel momento in cui raggiungerete i 20 punti leggenda, oppure se il mazzo del vostro avversario termina.

L’inizio è molto semplice. Vi basta mescolare il mazzo e pescare le prime 7 carte. Questa sarà la vostra mano di partenza.

Quelle che vi potranno capitare in mano sono 5 tipologie di carte diverse:

  1. Personaggi: si differenziano dalle altre carte in quanto hanno un valore di attacco e di vita. Formano la vostra linea di battaglia (sono in sostanza le creature) e saranno anche la fonte principale per ottenere i punti leggenda necessari a vincere la partita. Potranno inoltre possedere i più disparati effetti, tutti comunque molto semplici e capibili semplicemente leggendone la breve descrizione sulla carta stessa.
  2. Oggetti: sono i classici artefatti, ovvero oggetti che una volta messi in gioco ne potrete richiamare l’effetto soddisfandone i requisiti, almeno fino a quanto non verranno in un qualche modo distrutti.
  3. Azioni: carta istantanee che si giocano, si attiva l’effetto e si scartano subito.
  4. Canzoni: sono come le azioni, tuttavia hanno la facoltà di essere messe in gioco sfruttando Personaggi già in gioco che possiedono l’abilità “cantare” senza cosi doverne pagare il costo in inchiostro (nelle prossime righe vedremo cos’è l’inchiostro e come funziona).
  5. Luoghi: sono carte nuove, introdotte in questo terzo set. Si differenziano dalle altre perché innanzitutto orizzontali. Possiedo un valore di vita come i Personaggi (ma non di attacco) rendendole di fatto attaccabili e distruttibili. Verranno usate durante la partita per mandare in viaggio i propri personaggi su di esse, attivandone cosi effetti e bonus.

Ma come si giocano le carte? Semplice, pagando inchiostro.

Ogni carta in alto a sinistra a un numero che corrisponde al suo costo in inchiostro per essere giocata. Molte carte, quasi tutte, attorno al numero hanno anche una coroncina dorata. Questa corona sta da indicare che la carta può essere usata ANCHE come inchiostro.

Durante il vostro turno potete giocare al massimo una carta dalla mano come inchiostro, posizionandola a faccia in giù nel vostro calamaio, ovvero la zona di carte subito sotto a quelle giocate. Ogni carta giocata come inchiostro vale 1, e da quel momento non potrà più essere recuperata per essere giocata come una normale carta. Scegliete quindi con saggezza.

Durante il vostro turno inoltre potete giocare quante carte volete dalla vostra mano, pagandone il costo in inchiostro fintanto che ne avete di disponibile.

Ma vediamo il tutto nel dettaglio.

Ogni turno è diviso in 2 fasi principali: fase iniziale e fase principale.

 

Fase inziale

Questa è la fase di inizio turno. Si raddrizzano le carte usate nel turno precedente (anche in Disney Lorcana abbiamo il concetto del “tappare” ovvero girare le carte di 90 gradi a indicare che sono stati esaurite o più facilmente utilizzate nel turno). Si attivano gli effetti di inizio turno (se presenti) e si pesca una carta.

La parte di pesca carta non viene fatta nel primo turno di partita.

Si conclude così la prima fase, molto semplice.

Fase principale

Questo è il cuore del turno, il momento in cui giocate le vostre carte. Tutte le azioni che seguiranno possono essere fatte quante volte si vuole e nell’ordine che si vuole, fintanto che potete farlo. L’unica azione che si distingue è appunto quella del giocare una carta come inchiostro nel proprio calamaio, che sarà possibile svolgere una volta sola per turno.

  1. Giocare una carta dalla mano pagandone il costo in inchiostro;
  2. Usare l’abilità di un oggetto già presente in gioco;
  3. Usare l’abilità di un personaggio che non richieda di impegnarlo (ovvero esaurirlo e quindi ruotarlo);
  4. Viaggiare: grazie a questo nuovo set vengono introdotte le carte luogo, dove potete mandare in viaggio i vostri personaggi per attivarne gli effetti ed ottenere bonus aggiuntivi. Le carte luogo possiedono un valore di vita come i personaggi e possono quindi essere sfidate dai personaggi per poter distruggere. Non c’è limite al numero di personaggi che una carta luogo per ospitare e sarà necessario pagare il costo di viaggio presente su ogni carta luogo (in inchiostri) per poter spostare su di essa il personaggio.
  5. Effettuare una delle seguenti azioni con un personaggio PRECEDENTEMENTE messo in gioco:
    1. Andare all’avventura: ciò significa impegnarlo (quindi ruotarlo) ed ottenere cosi il numero di punti leggenda corrispondenti alle icone leggenda presenti sul personaggio stesso. Potete mandare più personaggi all’avventura nello stesso turno.
    2. Sfidare un personaggio avversario: l’unico modo per combattere in Disney Lorcana e quindi distruggere le creature/personaggi avversari è quello di sfidarli. Potrete sfidare solo personaggi avversari impegnati. In questo caso entrambi i personaggi si infliggono tanti danni quanto il loro valore d’attacco. Se i danni superano il valore di vita, il personaggio muore. In alternativa sopravvive e CONSERVA i danni ricevuti.
    3. Utilizzare l’abilità: impegnare un personaggio per utilizzarne l’abilità che richiede d’impegnarlo.

Una volta terminato, si passerà il turno all’avversario il quale procederà con la fase iniziale, e si andrà avanti così fino al termine della partita.

Ma quindi Disney Lorcana è un gioco che merita?

Eh, la risposta a questa domanda è boh. Dipende da cosa cercate.

Come detto a inizio articolo, noi per il nostro stile di gioco non abbiamo nessuna intenzione di spendere soldi per comprare centinaia di bustine per ricercare le carte rare o trovare tutte quelle che servono per fare un mazzo competitivo.

Di conseguenza il nostro parere si basa sul solo utilizzo dello starter set. Non escludo che acquisteremo starter set delle prossime espansioni, tuttavia basandosi su quanto visto finora, Disney Lorcana è un gioco che merita un “si” per il tema, ma se vogliamo parlare del gameplay, siamo costretti a dare un secco “no”.

Disney Lorcana è un gioco di carte che si piazza a mezza via. Più difficile di un pokemon, con una profondità maggiore, ma che non raggiunge il livello di cugini più grandi come Magic, Keyforge ed altri.

Il gioco gira abbastanza bene, ma soffre di alcune problematiche che onestamente mi hanno fatto storcere il naso.

Manca completamente di iterazione con gli avversari fuori dal proprio turno. Ciò che puoi fare, lo fai nel tuo turno, cercando di giocare d’anticipo. Inoltre il gioco, parlando sempre strettamente di questi due starter set, è estremamente lento. La meccanica del pescare una sola carta a turno, è molto restrittiva. Alla volta del quinto/sesto turno, tenendo conto che giocherete una carta inchiostro a turno nel calamaio, vi troverete senza carte in mano. I mazzi non girano, non c’è praticamente modo di pescare carte aggiuntive, e ci si trova verso il sesto turno ad attendere di pescare la carta forte. Ho riscontrato un livello di noia a partire dal quinto turno veramente pesante.

Delle 60 carte presenti nel mazzo, ne vedrete una ventina scarsa probabilmente. Sono quasi intenzionato a provare una successiva partita introducendo la meccanica di Keyforge, ovvero che si pesca a inizio turno fino a tornare al numero di carte della mano iniziale, invece di una sola. Potrebbe essere un’house rules interessante per velocizzare il gioco.

Ho visto poche combo. Sostanzialmente vince colui che riesce a schierare per primo più personaggi e conservarli. D’altro canto mi è piaciuta molto la meccanica che permette di attaccare solo i personaggi impegnati. Ciò significa che per assurdo, se non li usate sopravvivono. A quel punto però nell’arco di un turno usandoli tutti si fanno 10 punti leggenda, gap che difficilmente si riesce a riprendere.

Inoltre questo meccanismo diventa una sorta di strazio per lo sfidante. Più e più volte l’avversario ti guarda senza nulla da fare, della serie “ti decidi ad andare all’avventura cosi posso attaccarti?”. Ma il discorso vale per entrambi, creando cosi uno stallo nel quale nessuno va all’avventura per paura di subire il successivo attacco che sconfiggerebbe il proprio personaggio.

Diciamo che il concetto di starter, ha poco di starter. Nel senso che dopo le prime 3 partite, troverete il tutto abbastanza noioso. Se state quindi cercando un gioco che vi permetta un po’ di rigiocabilità, solo sfruttando quello che offre inizialmente, allora state distanti da Disney Lorcana.

In più, al momento sembra essere il gioco di carte collezionabili più dispendioso sul mercato. Le bustine costano parecchio e le carte al loro interno non sono molte. Keyforge nonostante il passato turbolento ha di bello che con pochi euro ci si può procurare svariati mazzi, tutti unici tra loro. Tenete conto che puntando alle vecchie espansioni, con i 6€ di una bustina di Disney Lorcana, potreste comprarvi 3-4 mazzi nuovi di pacca di Keyforge.

Ovviamente tutto il discorso cade se avete la possibilità e volete spendere una buona dose di denaro per riempirvi di carte e creare il vostro mazzo. Va da sé che un mazzo costruito ad hoc diventa veloce, con possibilità di pescare carte, azioni capaci di sconfiggere i personaggi avversari infliggendo danni diretti, oggetti in gioco che danno supporto ecc ecc…

Quindi Disney Lorcana è un titolo valido o meno a seconda di ciò che cercate. Non c’è un giusto e un sbagliato. Si tratta solo di esigenze personali. Purtroppo, il nostro stile di gioco, il tempo a disposizione e le risorse economiche non permettono di vivere l’esperienza completa che Disney Lorcana offre. Se siete quindi nella nostra situazione vi consigliamo comunque di procurarvi i vari starter set dell’attuale e future espansioni, magari anche qualche bustina se vi va, ma di fermarvi li.

Condividi su Facebook!
Condividi su Twitter!
Condividi su Linkedin!
Invia su Whatsapp!

Scheda Tecnica

Contenuto della confezione

Altri giochi in scatola

Lords of Hellas

Lords of Hellas: tecnologia e antica Grecia!

Lords of Hellas immerge da uno a quattro giocatori nel vivido ed eccitante mondo dell’antica Grecia, ma con una svolta: le opere d’arte e la grafica del gioco vengono re-immaginate, dando loro un tono fantascientifico. Il gioco è eccitante e coinvolgente, con una grandissima rigiocabilità e interazione tra i giocatori.

Seasons

SEASONS: riuscirai a diventare il nuovo arcimago del regno di Xidit?

Seasons è un gioco da tavolo competitivo per 2-4 giocatori, nel quale interpreterete uno dei maghi impegnati in un torneo della durata di 3 anni e 12 stagioni totali, per poter essere proclamati arcimaghi del regno di Xidit! Un gioco di carte, nel quale tra famigli e oggetti magici, dovrete riuscire a ottenere più cristalli dei vostri avversari a termine partita. Vediamo assieme come funziona questo bellissimo gioco in scatola nella nostra nuova recensione!

Dark Soul gioco da tavolo

Dark Souls, preparatevi a morire nel gioco da tavolo!

Dark Souls arriva nelle nostre case sotto forma di un pluripremiato gioco da tavolo del tipo dungeon crawl dalla difficoltà brutale.
Affrontate in una rivisitazione da tavolo uno dei videogiochi più impegnativi mai realizzati. In questo gioco cooperativo per 1-4 giocatori, esplorerete luoghi pericolosi, scoprirete tesori e combatterete contro nemici mortali per reclamare la vostra umanità.

The Witcher: Il Vecchio Mondo

Svolgi al meglio il tuo lavoro di cacciatore di mostri in The Witcher: Il Vecchio Mondo!

The Witcher: Il Vecchio Mondo è finalmente arrivato sulle nostre tavole dopo anni di attesa! Un gioco da tavolo competitivo, collaborativo, di deck building, altamente tematico e strutturato. Abbiamo aspettato, pazientemente, arrivando persino ad attraversare una pandemia mondiale nel frattempo, ma ora, possiamo gustarci questo gioco da tavolo tanto voluto e desiderato! Ma ne sarà valsa la pensa? Scopriamolo assieme in questa nuova recensione!

Aquatica

Fate prosperare il vostro regno in Aquatica e diventate il migliore sovrano dell’oceano!

Quattro sono i sovrani del regno oceanico di Aquatica, ma solo uno di loro verrà ricordato come il migliore tra tutti. Come? Colui che riuscirà a far prosperare al meglio il proprio popolo garantendone il futuro trionferà su tutti gli altri. Un gioco card driven competitivo per un massimo di 4 giocatori che saprà conquistarvi grazie alla sua ambientazione completamente marina!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *